Home / Fake news / La bufala della modella senza braccia

 

Scorrendo tra le notizie e i post su Facebook, oggi mi sono imbattuto in una tristisisma immagine che, a primo impatto, soprattutto per me che ho avuto seri problemi di salute, mi ha immediatamente colpito. Peraltro era accompagnata da un messaggio molto toccante che tradotto dalla spagnolo significava: “Mia mamma ha detto che nessuno mi condividerei perchè sono disabile (emoticon varie) e i disabili sono brutti se pensi che sono bella mi piace e condivido (altre emoticon) e mi dai le tue preghiere tipo amen (altre emoticon). L’immagine a corredo del toccante post era quella di una bella fotomodella alla quale, purtroppo, mancavano le braccia. Per carità, il post di per sè avrebbe un suo valore, e farebbe passare anche un messaggio accettabile e condivisibile. Ma dietro a quel post, in realtà, si nascondeva uno dei problemi che maggiormente, oggi, attanagliano la veridicità delle notizie che girano sui social, ovvero quello delle fake news. Per capirci meglio, l’immagine su facebook, postata da un certo Yo mas, era la seguente:

Osservando bene alcuni dettagli mi sono già insospettito. Senza andare troppo per le lunghe sui dettagli che avevo notato, mi è stato sufficiente fare una ricera per immagine su Google per avere il seguente risultato:

Si tratta ovviamente di un’immagine ritoccata con Photoshop, peraltro ritoccata malissimo. Hanno preso una fotomodella, le hanno “tagliato” le braccia, e hanno sparato su facebook la nuova immagine ottenuta, con il solo scopo di avere click e persino commenti, poichè il post invitava a scrivere magari un “amen” trai commenti. La cosa a dir poco mi ha fatto subito schifo, e offende quanti davvero soffrono quotidianamente per i terribili handicap di cui sono portatori, handicap ap reali, non creati con Photoshop

In questo caso si tratta solo di un’immagine modificata, ma lo stesso vale per le migliaia di notizie false e immagini ritoccate quotidianamente diffuse ogni giorno attraverso i social media, con lo scopo di orientare il pensiero degli utenti, o con quello di ottenere click e visite alla propria pagina facebook. Oggi sono tanti gli strumenti presenti in rete utili a verificare le fonti di una notizia o l’autenticità di una foto. Un po’ più di attenzione non guasta per non farsi prendere in giro dai tanti malandrini della rete che utilizzano i social network solo ed esclusivamente a scopi fraudolenti o con finalità poco chiare.

Ricordiamocelo sempre: cerchiamo le fonti di tutto, osserviamo bene le foto, guardiamo bene i testi (se sono scritti bene o tradotti male). Impariamo a fare analisi di ciò che i social diffondono, o rischiamo di diventare abitanti di un mondo virtuale del tutto lontano dalla vera realtà delle cose.

 

Autore: Gianluca Preite

 

 

Ultimi articoli in Fake news